Comfort abitativo nella costruzione in laterizio

I prodotti in laterizio risultano del tutto innocui per la salute dell’uomo, assicurando un’ottima qualità dell’aria interna e, nel contempo, contribuendo ad un migliore comfort abitativo e ad un uso razionale dell’energia nel costruito. Relativamente all’impatto sulla qualità dell’aria emerge infatti, che i prodotti in laterizio si distinguono per una totale assenza di inquinanti durante la fase d’uso, dovuta alla: Assenza di emissioni di polveri e fibre minerali naturali e artificiali (amianto, lana di vetro,lana di roccia);

• Assenza di emissioni di composti organici volatili e semivolatili;
• Assenza di formazione di muffe e proliferazione di batteri e funghi;
• Trascurabile presenza di metalli pesanti;
• Assenza di pericolosità radioattiva;
• Assenza di emissioni nocive in caso di incendio;

Relativamente al comfort ambientale e al contenimento dei consumi energetici , l’uso del laterizio (in particolare, il suo impiego in soluzioni costruttive a muratura monostrato portante) permette di eliminare, o limitare notevolmente, la formazione di ponti termici, con conseguente diminuzione:

• Delle perdite di calore (i ponti termici possono triplicare la trasmissione di calore in una sezione dell’edificio); dei danni strutturali (le variazioni cicliche della temperatura superficiale possono causare una polverizzazione dei materiali della struttura e conseguenti danni strutturali per l’edificio);
• Del disagio termico (quando la temperatura superficiale interna di una parte della struttura è inferiore di almeno due o tre gradi rispetto alla temperatura dell’ambiente si avverte una sensazione di fastidio in prossimità di tale superficie);
• Della formazione di condensa e muffe.

Altra caratteristica del laterizio è la sua alta permeabilità al vapore, che consente di ottenere una qualità dell’aria degli ambienti confinati non inficiata da eccesso di umidità relativa e dalla proliferazione di muffe e funghi dovuti alla conseguente facile formazione di condensa superficiale. Numerose ricerche attestano infatti che il laterizio è un materiale traspirante in grado di permettere una omogenea diffusione del vapore acqueo dall’interno all’esterno.

Ma sicuramente, la caratteristica che rende il laterizio un materiale adatto ad assicurare sia un’alta efficienza energetica di un edificio, sia un elevato comfort ambientale durante tutto l’arco dell’anno è la elevata inerzia termica, >ovvero la capacità di accumulare il calore senza disperderlo per poi restituirlo lentamente una volta che venga a mancare la fonte primaria di produzione termica.
Questa caratteristica, aggiunta al potere termoisolante, consente di mantenere pressoché costante la temperatura all’interno degli ambienti riducendo le frequenti variazioni di temperatura,alle quali il corpo umano deve continuamente adattarsi, dovute agli effetti delle escursioni termiche esterne e della intermittenza degli impianti di climatizzazione o riscaldamento; in questo modo il laterizio consente di garantire un buon comportamento dell’edificio nella stagione estiva.
Una progettazione energicamente efficiente non può quindi trascurare l’inerzia termica del laterizio per sfruttare adeguatamente i benefici che essa può portare in termini di benessere e comfort abitativo oltre che di risparmio energetico.

I benefici derivanti da quest’alta inerzia termica e massa frontale di una struttura in laterizio sono evidenti:
• Lo smorzamento consente di ridurre il dimensionamento dell’impianto di climatizzazione invernale ed estiva e, conseguentemente, di ridurre il fabbisogno energetico;
• La riduzione del fabbisogno energetico permette di ridurre le emissioni di CO2 per tutta la durata di vita dell’edificio.

Fonte: Il Secondo Rapporto Ambientale dell’industria italiana dei laterizi (G. D’Anna ANDIL Assolaterizi, Roma)